giovedì 6 dicembre 2012

Cantucci di Prato

Le ricette di Natale

Ormai ci siamo quasi, già si sente l'atmosfera Natalizia... perciò per "Le ricette di Natale" cominciamo con qualche biscottino con cui magari confezionare piccoli cestini o scatole di latta da regalare.


I cantucci (cantuccini o anche biscotti di Prato) sono biscotti della tradizione toscana, che tipicamente vengono inzuppati nel Vin Santo.

La ricetta è di Stefano Spilli da uno dei libri di Paolo Petroni, giornalista e scrittore di libri sulla cucina toscana e fiorentina. Esistono diverse versioni delle ricette dei cantucci, di cui alcune senza burro. Secondo Stefano Spilli però i biscotti risulterebbero più "vetrosi" e duri, invece questa piccola quantità di burro conferisce maggior friabilità.
Ricetta fantastica e di sicura riuscita!! La riproponiamo con piccole personalizzazioni qua e là.






Media

Ingredienti: (per circa 70 biscotti)

450 g di farina
350 g di zucchero
2 uova intere e 3 tuorli + 1 uovo intero per spennellare
1/2 bustina di lievito
50 g di burro fuso tiepido
scorza grattugiata di 1 arancia
250 g di mandorle sgusciate (ma non spellate)


Procedimento:

Tostate leggermente le mandorle in forno (se volete potete saltare questo passaggio).
Montate bene con il frullatore elettrico 2 uova intere e 3 tuorli con lo zucchero finché non diventeranno bianche e spumose. Aromatizzate con la scorza d'arancio grattugiata e unite il burro fuso e tiepido.
Lavorate con un cucchiaio di legno il composto e, una volta incorporato il burro, aggiungete la farina setacciata con il lievito.
Mano a mano che aggiungerete farina l'impasto diventerà più denso e difficile da amalgamare con il cucchiaio; impastate quindi con le mani. Aggiungete le mandorle e impastate uniformemente il tutto.
Formate poi 3/4 filoncini larghi circa tre dita e spessi uno (se il composto dovesse risultare appiccicoso bagnate le mani con acqua fredda oppure infarinatele appena ma non aggiungete troppa farina all'impasto).
Ponete i filoncini sulla placca del forno ricoperta di carta forno (oppure imburrata e infarinata).
I filoncini cuocendo si allargheranno quindi fate attenzione a non disporli troppo vicini l'uno all'altro (oppure potete usare l'accorgimento di fare una piega con la carta forno tra un filoncino e l'altro).
Spennellateli con l'uovo intero sbattuto e cuoceteli in forno preriscaldato a 180° per circa mezz'ora. Saranno cotti quando sono ben dorati e toccandoli si sente che sono sodi all'interno (finché sono caldi saranno comunque morbidi, si induriscono raffreddandosi).
Fateli raffreddare un po' (almeno 10 minuti, altrimenti saranno troppo morbidi e si spaccheranno tagliandoli) e tagliateli leggermente di traverso dello spessore di circa 1cm - 1,5 cm  e disponeteli di nuovo distesi di fianco sulla placca del forno.
Rimetteteli in forno a biscottare sui due lati per una decina di minuti per ciascun lato facendo attenzione però a non farli scurire troppo dalla parte del taglio altrimenti diventano troppo duri, anche se i cantucci devono essere duri perché fatti per essere inzuppati nel Vin Santo.
Tenete presente che finché sono caldi risultano ancora un po' morbidi, ma induriscono rapidamente raffreddandosi.
Una volta freddi possono essere conservati in scatole di latta.


5 commenti:

  1. Ciao,
    complimenti per il blog!Belle foto!
    Adoro i cantucci ma ho sempre pensato fossero difficili da fare,sabato scorso ho provato e sono venuti benissimo! A casa li hanno spazzolati!
    Grazie per la ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giulia!
      Questa ricetta dei cantucci è di Stefano Spilli, de "La Cucina Italiana", e a mio parere è una ricetta fantastica. Come la fai la fai viene sempre bene :)

      Elimina
  2. Li ho fatti oggi...sono fantastici!
    Ricetta ottima e spiegata benissimo, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ana!
      Con questa ricetta di Stefano Spilli non si sbaglia mai, è vero.
      Sono felice che tu li abbia provati e che ti siano piaciuti!

      Elimina
  3. Ciao! Anche io sono dell'avviso che con il burro diventano... eccezionali. Ho fatto per tanto tempo la ricetta di P. Petroni, ma quando li preparo con il burro mi faccio i complimenti da sola... ah ah ah!
    Buone feste!
    Giovanna

    RispondiElimina