martedì 15 ottobre 2013

Strudel rustico con carne e funghi

Se cercate la parola strudel su un vocabolario di tedesco scoprirete che significa vortice, mulinello. Il nome si adatta a meraviglia a questo piatto, sia nella sua versione classica e più conosciuta, lo strudel di mele, sia in tutte le sue possibili e immaginabili varianti, comprese quelle salate. La pasta si arrotola intorno al ripieno e questo crea l'effetto vortice. Ma è anche un vortice di profumi e di sapori.

Silvia era già da un po' che voleva farlo (e se avrete la pazienza di leggere vi racconterà la storia della ricetta), e io che impazzisco per le torte salate mi sono cimentato in prima linea con lei tra scodelle e forno con ancora più entusiasmo del solito, al punto da arrogarmi il diritto di essere io l'autore dell'articolo! :)

Fabio P


Storia di una ricetta

In realtà la storia è molto semplice: quattro chiacchiere "culinarie" in ufficio con una collega, che prima di pranzo già ti mettono fame e ti fanno venire l'acquolina in bocca, pregustando un appetitoso strudel di carne visto in qualche immagine su internet. Uno scambio di consigli dati dall'esperienza, un po' di fantasia nel mettere tutto insieme rivisitando la ricetta e adattandola al proprio gusto. E da qui al profumo che si spande per casa è un attimo :)

Silvia


Media difficoltà


Ingredienti: (per 6/7 persone)

1 confezione di pasta sfoglia (230 g)
250 g di carne macinata
50 g di mortadella
1 patata media (150 g)
1 uovo
150 g di funghi (al netto degli scarti)
30 g di auricchio dolce (o altro formaggio)
prezzemolo
sale
olio evo


Procedimento:

Pulite i funghi, tagliateli a fettine e cuoceteli in una padella con olio e sale. Lessate la patata, riducetela in purea e mettetela in una ciotola. Unite la carne macinata, la mortadella tritata al mixer, l'uovo (conservando un po' di tuorlo per la spennellatura finale), il prezzemolo tritato e mescolate il tutto. Se l'impasto dovesse risultare troppo morbido aggiungete un po' di pane grattugiato. Aggiustate di sale ma senza esagerare perché mortadella e formaggio sono già saporiti.

Stendete la sfoglia dandole una forma rettangolare, eventualmente ritagliate i bordi per renderla più regolare e tenete da parte le striscioline rimaste che potrete poi usare per la decorazione. 
Distribuite il composto lasciando un margine di circa 2 centimetri di pasta scoperta su 3 lati (due lati corti e un lato lungo).


Distribuite uniformemente sulla superficie i funghi e il formaggio tagliato a dadini.


Ripiegate i lembi di pasta scoperti bagnando con poca acqua (con le dita) i bordi che dovranno attaccarsi fra di loro.


Arrotolate.


Decorate a piacere lo strudel con le striscioline di pasta tenute da parte e spennellate con il tuorlo d'uovo.


Cuocete in forno preriscaldato a 180° C per circa un'ora.



6 commenti:

  1. Questo strudel rustico è favoloso, farcito così è molto appetitoso. Grazie per l'idea, baci a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo è davvero Stefania! Noi ce lo siamo pappato tutto :) Baci

      Elimina
  2. Bellissima presentazione!! Ricorda un po' un polpettone in crosta, ma più delicato :-) bravi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho trovato molto piacevole il gusto di carne, funghi e formaggio (che quando era caldo era filante), inframezzato con la pasta sfoglia. Per la presentazione i complimenti vanno sempre a Silvia: un giorno la fotograferò mentre prepara i "set" fotografici, mentre sale su sedie o calcola i giusti angoli per fare delle belle foto! :-)

      Elimina
  3. carinissimo!mi piace questa presentazione:)
    vi auguro una buona giornata !

    RispondiElimina